Microsoft Dynamics NAV (precedentemente NAVISION) include funzionalità e caratteristiche che sono specifiche per i vari paesi / regioni presso i quali è commercializzato. Le 46 versioni localizzate lo rendono adatto alle aziende con filiali estere e fiscalità peculiari. Di seguito si riportano le implementazioni della Microsoft e della Dynamics Consult per quanto concerne la fiscalità italiana. italy

Localizzazione italiana di Microsoft Dynamics NAV:

  • Giornali Fiscali: La localizzazione permette la stampa dei registri IVA mensili, della liquidazione mensile, della liquidazione annuale, del libro giornale e delle schede contabili clienti / fornitori.
  • Chiusure contabili: La localizzazione permette di adempiere in maniera semi automatica agli obblighi civilistici di fine anno relativi alla chiusura del conto economico con la rilevazione in automatico dell’ utile / perdita, della chiusura dei conti patrimoniali e della riapertura dei conti patrimoniali.
  • IVA, liquidazione annuale e periodica La localizzazione permette di assolvere al calcolo della liquidazione periodica dell’IVA.
  • LIFO Fiscale La localizzazione permette di assolvere ai requisiti fiscali in tema di valorizzazione delle rimanenze.
  • Riba, RID e Bonifici in formato SEPA La localizzazione consente di inviare telematicamente i flussi relativi agli incassi (Riba e RID) e pagamenti (Bonifici) secondo gli standard tecnici definiti dai tracciati SEPA.
  • Ritenute di acconto e certificazioni La localizzazione consente di gestire la tematica relativa ai percepienti: calcolo della ritenuta di acconto e invio delle certificazioni di fine anno.
  • Cespiti La localizzazione consente di gestire tutti gli aspetti civilistici dell’area cespiti in modalità integrata con la contabilità generale, gli acquisti e le vendite. Nello specifico è possibile ammortizzare i cespiti con aliquote personalizzate in base ai requisiti di legge.
  • Condizioni di pagamento multi rata (es. 30,60,90) La localizzazione permette di gestire differenti date di scadenza per singolo documento.
  • Plafond La localizzazione per mette di assolvere alla normativa del  plafond Iva.
  • Intrastat La localizzazione permette di assolvere alla normativa relativa agli acquisti e vendite intracomunitarie (INTRASTAT). E’ possibile calcolare l’ INTRASTAT sia mensilmente che trimestralmente sia per quanto concerne i beni che i servizi. Tramite Microsoft Dynamics NAV è inoltre possibile generare il file telematico SCAMBI.CEE da inviare all’agenzia delle entrate.
  • Black List La localizzazione permette di gestire in modalità telematica la dichiarazione da inviare all’agenzia delle entrate relative agli acquisti e vendite verso i paesi che hanno la loro residenza o domicilio in un paese / regione in regime Black List.
  • Spesometro La localizzazione permette di assolvere all’obbligo di comunicare in modalità telematica all’agenzia delle entrate il cosiddetto “Spesometro”, ovvero le operazioni rilevanti ai fini Iva.

Dynamics (Moduli Aggiuntivi):

  • Split Payment Grazie alla soluzione della Dynamics Consult è possibile gestire in fase di emissione delle fatture di vendita nei confronti della P.A la tematica associata all’IVA. Con la nuova Legge di stabilità è stato aggiunto l’art. 17-ter del DPR 633/1972 che introduce diverse novità sul trattamento dell’IVA nell’ambito delle operazioni effettuate nei confronti della P.A. A partire dal 01/01/15 per le fatture di vendita beni\servizi emesse verso la P.A., il versamento all’erario dell’IVA non sarà più in capo al soggetto venditore, ma ricadrà direttamente sul soggetto acquirente (l’ente pubblico).
  • Fattura elettronica verso la Pubblica Amministrazione Grazie alla soluzione della Dynamics Consult è possibile emettere fatture in formato digitale verso la pubblica amministrazione, come previsto dagli obblighi normativi vigenti. Dal 31 marzo 2015 infatti le Pubbliche Amministrazioni non accetteranno più fatture in formato cartaceo. L’obbligo coinvolge tutte le P.A. centrali e locali.
  • La certificazione unica (CU) è un documento fiscale che comprova la percezione di un reddito da parte di un contribuente (lavoratore dipendente o lavoratore autonomo). La CU ha sostituito dal 2015 il vecchio modello CUD, e deve essere consegnata dall’azienda al lavoratore dipendente o lavoratore autonomo entro il primo trimestre dell’anno e successivamente deve essere presentata telematicamente all’Agenzia delle Entrate.

Approfondimenti

Split payment P.A Certificazione unica 2017


Contattaci per una consulenza gratuita